Si torna a parlare sulle pagine di BackInRock della parte più melodica del metal e dell’hard rock con la nuova uscita targata Sneakout Records/Burning Minds Music Group, due label da anni sul pezzo per quanto riguarda la scena melodica nel nostro paese.

Con la promozione lasciata alla Atomic Stuff, tornano gli Anims, trio composto da vecchie conoscenze del genere come il chitarrista e bassista Francesco di Nicola (Danger Zone, Crying Steel, Krell) ed il batterista Paolo Caridi (Ellefson-Soto, Reb Beach, Geoff Tate e Michele Luppi), qui supportati dalla voce della cantante Elle Noir.

Con queste premesse gli amanti dell’hard & heavy melodico non potevano rimanere delusi e, infatti, il secondo album di questo progetto (il primo lavoro, uscito nel 2021 portava il titolo di “God Is Witness”) risulta un’ottima raccolta di brani sempre in bilico tra la verve delle chitarre dal piglio heavy e le aperture melodiche della splendida voce della cantante, arma in più degli Anims.

L’album si apre con “The Cherubims”, brano che mette subito in risalto le qualità canore di Elle Noir e il lavoro delle chitarre, mentre “Where Were You” si guadagna il podio come uno dei brani più interessanti del lotto, grazie ad un’atmosfera epica che può ricordare i Ten di “The Robe”.

“Satellite”, brano scritto da Di Nicola nel periodo in cui militava nei Crying Steel,è un hard rock dal buon potenziale radiofonico, così come la bellissima “Victim Of Time”, posta come bonus track nella versione in cd fisico, di fatto la title track dell’esordio dei Danger Zone nel lontano 1984.

“Good’n’Evil” è un buon lavoro, potente e melodico, consigliato a tutti gli appassionati del genere; a fine ascolto la voglia di riascoltarlo è palese e questo credo sia il più bel complimento si possa fare ad un nuovo album e ai suoi creatori. Rock On!