È un vero delitto trovarsi al cospetto di un album bellissimo senza che questo venga supportato da quel minimo di promozione che lo aiuterebbe sicuramente ad arrivare a più appassionati, in particolare quando si insiste a parlare della solita manciata di gruppi e dei loro “capolavori”.

Eppure “Shoulda Seen You Comin’”, pur non essendo un’opera da classifica, ha nelle sue corde quel quid che, se si accende come è successo al sottoscritto, è assolutamente in grado di affascinare.

Alternative, Rock, Blues e quel pizzico di Garage che ne sporca anima e suoni, sono gli ingredienti di un album sorprendente in arrivo dall’underground statunitense, sempre ribollente di centinaia di nomi pronti ad esplodere.

Dei Two Hour Window si sa che sono stati fondati dal duo John Morton e Jeff Berry e che sono partiti come cover band acustica dei Kix, scelta ben presto accantonata per dar sfogo alla voglia di scrivere e suonare musica propria.

La cosa in effetti come meglio non potrebbe, perché “Shoulda Seen You Comin’” a tratti è davvero irresistibile; il sound è scarno, a tratti violentato da ritmiche Funky/Blues, preso a schiaffi e maltrattato da chitarre Fuzz, per poi avvicinarsi non poco al sound del Jack White meno sperimentale o degli Stones più moderni.

Gli undici brani non danno tregua, rivelandosi vari e ovviamente non scontati, a loro modo originali e per questo assolutamente da non perdere, specialmente se siete affamati di novità e sempre alla ricerca di band e album che sappiano accendere quella scintilla presente in ogni Rocker che si rispetti.

Applausi per i Two Hour Window!!