Nell’immenso calderone della scena Heavy Metal di questo inizio millennio uno spazio piccolo, ma importante, se lo sono ritagliato quelle band che con passione e convinzione portano avanti il credo ottantiano, magari perdendo in popolarità, ma sicuramente guadagnando il rispetto degli appassionati dai gusti classici.

Tra queste ci sono sicuramente gli Statunitensi High Spirits, creatura metallica del polistrumentista e cantante Chris Black, impegnato in studio con tutti gli strumenti, ma con una solida band che lo accompagna in tour.

Nati nel 2009, gli High Spirits hanno debuttato sulla lunga distanza con il bellissimo “Another Night”, ancora oggi considerato dai fans il migliore album di una discografia arrivata oggi al quinto album con questo ottimo “Safe On The Other Side”.

Dopo il precedente “Hard To Stop”, Black si era concesso un periodo di concerti per supportare la sua musica dal vivo ma, purtroppo, la pandemia fermò tutto ed eccolo oggi riprendere in mano penna e spartito per scrivere un nuovo album; una scelta obbligata quanto giusta, visto tutto il tempo a disposizione per creare nuovi brani.

L’album è quindi composto da nove nuove canzoni più la cover di “Memories” degli Europe, per un lavoro che risulta ancora una volta ispirato, lontano dai troppi orpelli e da bombastiche produzioni, per un ritorno alla vera essenza dell’Hard & Heavy.

In verità, negli ultimi due album (oltre il già menzionato lavoro precedente e “Motivator” del 2016) Black si era spostato verso lidi più melodici, perdendo leggermente quella carica Heavy che torna prepotentemente in brani come “In The Moonlight”, “Lonely Nights” o l’inno “(There Will Be) Magic Tonight.

Il sound è dunque tornato a bruciare di quell’anima Heavy nelle corde del polistrumentista di Chicago, che comunque mai aveva perso la sua totale devozione per gli anni ottanta.

“Safe On The Other Side” è stato mixato e masterizzato (come il precedente) dal guru Dan Swanö, garanzia di assoluta qualità, pertanto fatelo vostro.